Su Sardu: Lìngua de Europa

SU SARDU, LÌNGUA DE EUROPA

Un progetto con il contributo della
Fondazione di Sardegna

con il patrocinio

SOMMARIO CONTENUTI

INTRODUZIONE A SU SARDU: LINGUA DE EUROPA

Premessa

Il progetto ‘Su Sardu: lìngua de Europa’, beneficiario di un contributo da parte della Fondazione di Sardegna, e con il patrocinio della Presidenza della Regione Sardegna, dell’Assessorato Regionale della Pubblica Istruzione, del Comune di Cagliari e della Provincia del Sud Sardegna, consiste in una mostra sulla lingua sarda interamente realizzata in sardo. Tale mostra si compone di una parte statica dove si ripercorre attraverso un excursus storico la nascita e l’evoluzione della nostra lingua, dalle ipotesi sulla sua genesi ai primi documenti scritti in sardo per arrivare ai nostri giorni con l’uso letterario della lingua sarda parlata e scritta e il suo diffondersi in periodo contemporaneo anche nell’arte della stessa musica. La seconda parte è invece dinamica in quanto attraverso l’individuazione, la ricerca e lo studio di un congruo numero di termini in lingua nativa, bambini, ragazzi e adulti potranno ricostruire la loro identità linguistica utilizzando come materiale le immagini evocate dalle parole della lingua sarda. In quest’area i visitatori potranno quindi intrattenersi muovendosi tra le parole e le immagini che riporteranno frammenti di parole (inclusi prefissi, suffissi e le radici etimologiche); tutto in un gioco indirizzato a cercare di formare parole complete che consentano di arrivare alla fine del percorso. Successivo sviluppo della mostra potrà essere un suo carattere itinerante, tuttavia in questo progetto la si propone come mostra online. La suddetta proposta è un percorso culturale, ludico ed identitario, attraverso i lemmi della lingua sarda, esplorando i sentieri delle parole in tutte le varietà esistenti in Sardegna.

Il progetto vuole recuperare la nostra lingua nativa, la lingua sarda, che a causa della progressiva riduzione della trasmissione intergenerazionale da genitori a prole, rischia l’estinzione. Nella nostra realtà dove i paesaggi diventano sempre più omologanti e omologati, vince chi dà una collocazione identitaria forte a quello che è la propria territorialità. Il progetto vuole costruire differenze non solo attraverso una logica di stampo paesano tutto a colpi di sagre, perché questo non è vincente, ma portando le persone ed i turisti a valorizzare quello che è lo specifico del territorio; quello che è il precipitato dell’anima sarda: la lingua madre.

Obiettivi che si intendono realizzare con la mostra

– Acquisire la consapevolezza collettiva che il sardo ha un’importanza fondamentale per l’identità regionale e un valore aggiunto quale bene immateriale di pregio unico spendibile anche nella valorizzazione turistica, oltre che culturale, dell’isola. Il focus non sarà tanto la cultura tradizionale, ma attivare un processo di formazione di una comunità linguistica cosciente di sè, la sua etnogenesi.

– Dimostrare che la lingua sarda può diventare un elemento centrale di caratterizzazione e di riconoscimento della Sardegna: la cultura linguistica come identità e quindi non semplice manifestazione nostalgica del passato, ma elemento vivo relazionato con il tempo del giorno d’oggi, oggetto di esposizione come icona e simbolo di un’identità comunitaria.

– Dimostrare che la lingua sarda può essere un’attrattiva dal punto di vista turistico. Si prevede anche l’acquisizione dei commenti dei visitatori su apposito supporto

Risultati attesi e impatti

– diventare un progetto utile a garantire un futuro alla lingua sarda sia come veicolo di comunicazione normale tra i membri della comunità,

– sviluppare elementi distintivi della comunità sarda nei confronti dei visitatori. Il sardo come oggetto di esposizione come icona e simbolo di un’identità comunitaria.

– valorizzare la lingua madre come patrimonio immateriale della comunità sarda

Il Presidente di Acadèmia de su Sardu

Massimo Madrigale

La Responsabile eventi di Acadèmia de su Sardu

Alessandra Pinna

STÒRIA DE SA LÌNGUA SARDA

Introdusidura a sa chistioni

Cun arreferimentu a sa literadura scientìfica acadèmica podeus nai ca su sardu o Lìngua sarda est una lìngua neolatina o romanza, est a nai ca est filla de su latinu betiu in Sardìnnia de is

Leggi Tutto »

Sa Carta de Logu

Sa Carta de Logu est unu de is prus scritus de importu de totu su mesuevu sardu. Est su còdixi de leis tzivilis e penalis de su Rennu de Arbaree e arrapresentat, duncas, unas cantu

Leggi Tutto »

All’inizio, nel Medioevo

Al momento della caduta dell’Impero Romano d’Occidente, nel 476 d.C., la Sardegna si trovava nelle mani dei Vandali di Genserico, che avevano occupato l’isola dal 456 al 534. Il 13 aprile di quello stesso anno

Leggi Tutto »

Dal proibizionismo ai giorni nostri

Il 1900 comincia con alcuni fatti che spalancano la porta alla lingua italiana, mettendo in grossa difficoltà la lingua sarda: l’emigrazione e la Prima Guerra Mondiale mescolano e mettono una affianco all’altra persone di ogni

Leggi Tutto »

IS BABBUS DE SA LINGUÌSTICA SARDA​

Introduzione

Nei primi anni del ‘500 a Cagliari e a Sassari nascono le prime scuole di grammatica. Inoltre il Concilio di Trento aveva stabilito che preti e frati dovessero avere una cultura più salda e approfondita.

Leggi Tutto »

Max Leopold Wagner

Linguista tedescu nàscïu in Germània in sa tzitadi de Mònacu de Baviera in su 1880 e mortu a Washington in is Stadus Aunius de Amèrica (USA) in su 1962. Est cunsiderau a totòmini su babbu

Leggi Tutto »

Massimo Pittau

È uno dei grandi padri della linguistica sarda; è nato a Nuoro nel 1921, ma in età adulta Sassari l’ha accolto come suo figlio illustre. Dedicò al dialetto nuorese la tesi di laurea in Lettere

Leggi Tutto »

Eduardo Blasco Ferrer

Su linguista cadalanu Eduardo Blasco Ferrer est nàscïu in Bartzellona in Cadalùnnia su 15 de su mesi de Làmpadas de su 1956 e est mortu in Bastia in Còssiga su 12 de gennàrgiu de su

Leggi Tutto »

SA LITERADURA SCRITA IN SARDU​

Antioco Giuseppe Casula

(Desulo 1878 – 1957) “Antioco Casula, più noto sotto lo pseudonimo di Montanaru, si ha da ritenere, per concorde giudizio della critica, il più importante ed interessante poeta in volgare sardo della letteratura contemporanea.”. Nato

Leggi Tutto »

Antonio Garau

(Oristano 1907-1988) È il più importante commediografo in lingua sarda del 1900. Comincia gli studi a Santu Lussurgiu, presso il collegio dei Salesiani, ma a 14 anni deve interromperli per dare il suo aiuto nella

Leggi Tutto »

Aquilino Cannas

Nascit in Casteddu su 9 de donniasantu de su 1914. In su 1941 intrat in s’esèrcitu e apustis de ai abitau sa Scola po Ofitzialis in Pinerolo, fait parti de sa campànnia de Àfrica, El

Leggi Tutto »

Benvenuto Lobina

(Villanovatulo 1914 – Sassari 1993) È uno degli scrittori isolani più importanti del ‘900, scrittore bilingue di poesia e prosa. Comincia da giovane a scrivere poesie. A 14 anni vince un premio di poesia bandito

Leggi Tutto »

Larentu Pusceddu

Larentu Pusceddu fut nàscïu in Oroteddi su 9 de friàrgiu de su 1947. Si fut diplomau in sa scola agrària e de su 1971 iat fatu su dirigenti provintziali de sa Cgil de Nùgoro. Iat

Leggi Tutto »

Melchiorre Murenu

Apustis de cent’annus de sa morti de Murenu sa poesia sua dd’ant torrada a bogai a pillu po ddi giai vàllia. No si sciit ita fessit suu o ita no, scideus ca is fontis de

Leggi Tutto »

Pasquale Dessanai

(Nùoro 1868 – Uras 1919) Pasquale Dessanai nasce da Luigi Sanna e Mariantonia Nurra Sini. Ecco la prima peculiarità di questo autore, il cognome: perché Dessanai, quando suo padre era Sanna? Sul registro dei matrimoni

Leggi Tutto »

Pàulu Pillonca

Pàulu Pillonca est nàscïu in Òsile s’8 de su mesi de ladàmini de su 1942. Fut giorronalista, scridori, autori de òberas teatralis. Si fut laureau in s’Universidadi de Casteddu in su cursu de Lìteras e

Leggi Tutto »

Salvator Angelo Spano

(Villacidro, 1925 – 2004) Giornalista pubblicista, scrittore e uomo politico. È stato uno dei fondatori della Democrazia Cristiana in Sardegna e dirigente regionale della Gioventù di Azione Cattolica, quando facevano parte del Nazionale l’amico intimo

Leggi Tutto »

Tonio Dei

Antoni Dei nascit in Lanusei su 14 de su mesi de idas de su 1926, a sa mama ddi nant Lidia Piroddi, a su babbu Ènniu Dei. Su babbu traballàt in banca, sa mama sighiat

Leggi Tutto »

IS CANTADORIS / SOS CANTADORES

Antoni Pani

Nàscïu in Quartu Sant’Aleni su 6 de su mesi de austu 1962. Incumentzat a 19 annus cumenti cantadori campidanesu, s’atòbiat e cantat cun poetas de su tempus, cumenti Giuanni Broi de Igrèsias, Rafaelli (Fieli) Urru

Leggi Tutto »

Arremundu Piras

Nàscïu in Biddanoa Monteleone (SS) su 29 de su mesi de ladàmini 1905, fillu de Denoisa Galleri e Fideli Piras, famìllia de pastoris arricus. Sa mama si morit candu issu teniat set’annus e po totu

Leggi Tutto »

Beppe Sozu

Nàscïu in Bonorva su 24 de làmpadas 1914. Poeta de intremesu de sa segundu e sa de tres generatzionis stòricas de is poetas, est arregordau po is versus costruius cun perfetzioni mètrica e liritzidadi innui

Leggi Tutto »

Bitiredda Melis

Maria Itria Melis (Bitiredda) fiat una poetissa de Lunamatrona (mancai medas narant ca fiat de Ceraxus) chi in su 1800 at cantau cun is collegas mascus me is otadas in campidanesu. No si-nd’assicat de cantai

Leggi Tutto »

Enea Danese

Nàscïu in su 1924 in Pauli Pirri e mortu in su 1999. Mancai si fessit trasferiu a Maracalagonis, est abarrau cun Pauli in su coru, interessendi-sì sèmpiri a sa bidda. Me is poesias bieus cumenti

Leggi Tutto »

Paola Dentoni

Est de is pagus cantadoras chi oi agataus in su palcu. At incumentzau po giogu de pitica, cumenti narat issa etotu, po sodigai e afinai custa passioni po totu sa vida. De Ceraxus, fait parti

Leggi Tutto »

Paolo Zedda

Nàscïu in Sìnnia in su 1964, fait parti de su giru de is poetas improvisadoris professionistas de su 1997. De su 2006 a su 2009 insènniat Etnomusicologia a s’Universidadi de is Stùdius de Casteddu; reladori

Leggi Tutto »

MÙSICA DE OI IN SARDU​

Askra

Is Askra funt una truma musicali punk rock nàscïa in Thiniscole in su 1993. Cantant pruschetotu in sardu, calincuna cantzoni in spanniolu e in àteras lìnguas puru. Is Askra funt acapiaus meda a sa lìngua

Leggi Tutto »

Balentia

Is Balentia nascint in su 1995 de sa sciusciada de is Mogoro Posse. In su 1995 bessit su primu demo: Balentia Sarda. In su 1997 lompint a is finalis a unu cuncursu natzionali de importu,

Leggi Tutto »

Bujumannu

Simone Pireddu, Bujumannu, si presentat po sa primu borta in su palcu in su 1990 cun is Noize Posse una truma rap serramannesa. In su 1996 fundat cun Skaetta, Diego Asuni e Cristian Dettori is

Leggi Tutto »

Claudia Aru

Clàudia nosi contat su mundu anca est “nàscïa e pàscïa”, e chi duncas connoscit, cun irriverèntzia e ironia. Candu cantat tenit sèmpiri unu tràgiu teatrali e unu colori chi a bortas arregordat su tempus passau,

Leggi Tutto »

Cordas et Cannas

Sa truma de “Cordas et Cannas” est nàscia in Terranoa (Olbia) in su 1978/1979 de s’atòbiu de musicheris chi teniant caminus diferentis ma is pròpius tentas e disìgius musicalis. Su trabballu insoru punnat luegus a

Leggi Tutto »

Dr Drer & Crc Posse

Est una truma casteddaja nàscïa in su 1991, est de is primus posse sardu-italianas. Sa mùsica insoru est un’amesturu de rap, reggae e sonus de su connotu. A incumintzu sa truma fut formada de 3

Leggi Tutto »

Franco Madau

Nàscïu in Tuili (CA) in su 1953, est connotu meda comenti a sonadori e autori de cantzonis ispiradas a su connotu sardu. Disterrat in Milanu in su 1969 e, apustis, movit e trabballat in Sesto

Leggi Tutto »

Istentales

Su nòmini de sa truma s’arreferit a un’isteddu aìnturu de Sos tres res (is tres gurreis), chi fiat un ghia po su trabballu de pastoris e messajus. Nascint in su 1995 e incarrerant luegus cun

Leggi Tutto »

Kenze Neke

Fundadoris de sa truma funt Enzo Saporito e Sandro Usai (agoa s’aciungint Toni Carta e apustis ancora, chi intrat e chi si-ndi andat: Guido Forlano, Massi Circelli, Massimo Loriga, Stefano Ferrando, Claudio Roccia, Gavino Murgia,

Leggi Tutto »

Malasorti

Malasorti est una truma formada de tres artistas chi imperat su dub, su jazz e su “chena de acabbai” coment’e linguatzu, ddi praxit finsas a spriculitai is poèticas sardas, tropicalis e de su mesuderràneu. Est

Leggi Tutto »

Menhir

Is Menhir, nugoresus, funt nàscïus in su ’97 e ndi faint parti Kingaiè e Momak, artistas cun sperièntzias de importu in su hip-hop e breakdance, issus puru cantant in sardu. A càbudu de is annus

Leggi Tutto »

Piero Marras

Piero Marras (Piero Salis a s’anàgrafi) nàscit in Nùgoro in su 1949. Est arreconnotu coment’e anticipadori e esponenti mannu de sa mùsica ètnica sarda. Inghitzat a sonai in Nùgoro cun trumas de su logu e

Leggi Tutto »

Randagiu Sardu

Randàgiu sardu (Carlo Concu) est un’artista Ragga-hip hop de Seddori. Su primu vìdeu chi pubbricat est de su 2008, S’Arrespiru, cun sa collaboratzioni de Quilo. Sighint, de su 2008 a su 2012, àterus 3 cd:

Leggi Tutto »

Ratapignatta

Is Ratapignata nascint in su 1998 in Casteddu. Est una truma formada de 10 artistas chi benint de unas cantu sperièntzias musicalis e chi cumpartzint su prexeri po su ska, su reggae e su rocksteady.

Leggi Tutto »

Rossella Faa

Cantanti, cumponidora, cantastòrias, atora in is spetàculus-cuntzertu, contat in sardu e italianu cun grandu teatralidadi e presèntzia scènica, contus spassiosus meda de fèminas de is biddas. Dd’acumpàngiant su contrabassista Nicola Cossu e su ghitarreri Giacomo

Leggi Tutto »

Sa Razza – QUILO

Sa truma incumintzat a sonai in su 1991 faendi su primu discu mix de 12″: In sa Ia e Castia In Fundu. Quilo (su cabu), partit a Torinu e connoscit a Tristano Ferrero, Tritza, Dj

Leggi Tutto »

Stranos Elementos

Nascint in su 2003 e finas a oi ant prodùsiu 3 discus originalis pighendi parti a medas live set. Portant ainnantis su rap pruschetotu in sardu logudoresu e polthutorresu. Oi custa truma est cumposta de

Leggi Tutto »

Tazenda

In su 1988 Gigi Camedda, Gino Marielli e Andrea Parodi ndi pesant su progetu Tazenda, una de is primus e de is prus trumas connotas de rock ètnicu. In su primu discu insoru s’intendit luegus

Leggi Tutto »
Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Bibliografia

  • Abruzzese, Antonio, Voci e modi errati dell’uso sardo per le scuole Medie della Sardegna. Milano: Remo Sandron Editore, 1911.
  • Alziator, Francesco, Storia della letteratura di Sardegna, Cagliari: Edizioni della zattera, 1954.
  • Araolla, Girolamo, Rimas diversas spirituales, a cura di Maurizio Virdis, Cagliari: CUEC, 2006.
  • Atzeni, Emilio, Vocabolàrio domèstico Sardo-Italiano e Prontuàrio Italiano-Sardo. La Casa, le Masserìzie ecc. Cagliari: Tipografia e Legatoria Industriale, 1912
  • VV., Limba, lingua, language. Lingue locali, standardizzazione e identità in Sardegna nell’era della globalizzazione, a cura di Mario Argiolas e Roberto Serra, Cagliari: CUEC, 2001.
  • VV., Su Sardu. Proposta de ortografia. Sestu: Domus de Janas, 2018.
  • VV., Su Sardu Standard. Quartu S. Elena: Alfa Editrice, 2019.
  • Caocci, Duilio; Corsi, Gianluca, Sardegna in versi, vol. 8 Poeti contemporanei. Cagliari: Società Editrice L’Unione Sarda, 2006.
  • Comitau Scientìficu po sa Norma Campidanesa de su Sardu Standard, Arrègulas po ortografia, fonètica, morfologia e fueddàriu de sa Norma Campidanesa de sa Lìngua Sarda. Quartu: Alfa editrice, 2009.
  • Putzu, Ignazio Il repertorio linguistico sardo tra tardo-antico e alto medioevo. Un breve status quaestionis. in Martorelli Rossana (a cura di) Senza confini dalla preistoria ad oggi. Studi in ricordo di Roberto Coroneo Vol. 1.2. Perugia: Morlacchi editore, 2015.
  • Blasco Ferrer, Eduardo, Linguistica sarda. Storia, metodi, problemi, Cagliari: Condaghes, 2002.
  • Blasco Ferrer, Eduardo; Ingrassia, Giorgia, Storia della lingua sarda. Cagliari: CUEC, 2009.
  • Blasco Ferrer, Eduardo, Sardo antico in Blasco Ferrer, Eduardo; Koch, Peter; Marzo, Daniela (a cura di), Manuale di linguistica sarda. Berlin: De Gruyter, 2017.
  • Boscolo, Alberto, L’età dei Giudici in Brigaglia, Manlio & al., La Sardegna, vol. I La geografia, la storia, l’arte e la letteratura. Cagliari: Edizioni della Torre, 1982.
  • Bullegas, Sergio, Storia del Teatro in Sardegna. Cagliari: Edizioni della Torre, 1998.
  • Casula, Francesco, Letteratura e civiltà della Sardegna, vol. I. Dolianova: Grafica del Parteolla, 2011.
  • Casula, Francesco, Letteratura e civiltà della Sardegna, vol. II. Dolianova: Ed. Grafica del Parteolla, 2013.
  • Casula, Francesco, Letteratura e civiltà della Sardegna. III - Il teatro in lingua sarda. Dolianova: Edizioni Grafica del Parteolla, 2020.
  • Casula, Francesco Cesare, Dizionario Storico Sardo. Sassari: Carlo Delfino Editore, 2001.
  • Coseriu, Eugenio, Sardica ut in oppidis, in Italic and Romance. Linguistic studies in Honor of Ernst Pulgram, Amsterdam: Herbert Izzo, 1980.Farris, Priamo, Istòria sotziali de Sardigna. Tricase: Youcanprint, 2017.
  • Deledda, Grazia, Lettera del 9 gennaio 1892, spedita da Nuoro a Stanis Manca in Di Pilla, Francesco, a.c. di, Grazia Deledda. Lettere inedite, Milano: Fabbri, 1966.
  • Dessì, Giuseppe; Linari, Franca (a cura di), Diari 1963-1977. Firenze: Firenze University Press, 2011.
  • Erbì, Salvatore, Sciapotei. Dizionario enciclopedico villacidrese. Dolianova: Edizioni Grafica del Parteolla, 2019.
  • Garipa, Gian Matteo, Legendariu de Santas Virgines, et Martires de Iesu Christu, Roma: Lodovicu Grignanu, 1627. Ristampa anastatica.
  • Isu, Federico, La parola ai giovani. Un’indagine sulla lingua degli adolescenti. Lesmo: Etabeta, 2019.
  • Ledda, Tonino (a cura di), I poeti del Premio Ozieri. Secondo volume, 1971-1981. Cagliari: Edizioni Della Torre, 1981.
  • Lobina, Benvenuto, Po cantu Biddanoa, introduzione di Nicola Tanda. Cagliari-Sassari: 2D Editrice Mediterranea, 1987.
  • Maninchedda, Paolo, Medioevo latino e volgare in Sardegna. Cagliari: CUEC, 2007.
  • Marcato, Carla, Dialetto, dialetti e italiano. Bologna: il Mulino, 2002.
  • Marzo, Daniela, La questione “de sa limba/lìngua sarda”: storia e attualità in Blasco Ferrer, Eduardo; Koch, Peter; Marzo, Daniela (a cura di), Manuale di linguistica sarda. Berlin: De Gruyter, 2017.
  • Masala, Francesco, Storia del teatro sardo. Quartu S. Elena: Alfa editrice, 1990.
  • Murgia, Giulia, La «fonetica del sentimento» di Benvenuto Lobina: dal futurismo a Po Cantu Biddanoa (e due poesie inedite), in “Rhesis, International Journal of Linguistics, Philology and Literature”, 8.2 Literature (2017), pp. 128-154
  • Oppo Sara, Salvator Angelo Spano: dal romanzo ai racconti. Uno studio sulle varianti. [tesi di laurea magistrale]. Cagliari: Università degli Studi di Cagliari, 2020.
  • Pili, Oreste, Il ruolo del sardo nei mass media e nelle istituzioni pubbliche in Blasco Ferrer, Eduardo; Koch, Peter; Marzo, Daniela (a cura di), Manuale di linguistica sarda. Berlin: De Gruyter, 2017.
  • Pira, Michelangelo, La rivolta dell’oggetto. Antropologia della Sardegna. Milano: Giuffrè, 1978.
  • Pira, Michelangelo, Sardegna tra due lingue. Cagliari: La Zattera Editrice, 1968.
  • Paulis, Giulio, Studi sul Sardo medievale in “Officina linguistica”, anno I, n. 1, settembre 1997. Nuoro: Ilisso, 1997.
  • Porcu, Giancarlo, La parola ritrovata. Poetica e linguaggio in Pascale Dessanai. Nuoro: Il Maestrale, 2000.
  • Rindler Schjerve, Rosita, Sociolinguistica e vitalità del sardo in Blasco Ferrer, Eduardo; Koch, Peter; Marzo, Daniela (a cura di), Manuale di linguistica sarda. Berlin: De Gruyter, 2017.
  • Sanna, Antonio, Introduzione agli studi di Linguistica sarda. Cagliari: Tip. P. Valdès, 1957.
  • Sole, Leonardo, La poesia in lingua sarda del Novecento in Brigaglia, Manlio & al., La Sardegna, vol. I La geografia, la storia, l’arte e la letteratura. Cagliari: Edizioni della Torre, 1982.
  • Spano, Salvator Angelo, Contus de bidda mia. Villacidro: Edizioni Cartabianca, 1995.
  • Spano, Salvator Angelo, Totu su sardu, discorso tenuto in occasione del Convegno “Musica e storia, il percorso di un popolo”. Guspini: Teatro Murgia, 17.01.2003
  • Tola, Salvatore, 50 anni di premi letterari in lingua sarda. Sestu: Domus de Janas, 2006.
  • Virdis, Maurizio, La Sardegna e la sua lingua. Studi e saggi. Milano: Franco Angeli, 2019
  • Virdis, Maurizio, Superstrato spagnolo in Blasco Ferrer, Eduardo; Koch, Peter; Marzo, Daniela (a cura di), Manuale di linguistica sarda. Berlin: De Gruyter, 2017.
  • http://www.fondazionesardinia.eu/ita/?p=15801 (visitato il 10/08/2020)
  • https://www.ilsardingtonpost.it/2017/03/10/in-sardu-sa-lingua-sarda-ferta-de-su-proibitzionismu-linguisticu/ (visitato il 27/07/2020).
  • https://www.ereticamente.net/2019/11/ricordo-di-massimo-pittau-carlo-altoviti.html (visitato il 12/08/2020)
  • http://www.ilpuntoquotidiano.it/addio-a-massimo-pittau-straripante-linguista/ (visitato il 12/08/2020)
  • https://www.lanuovasardegna.it/regione/2019/11/21/news/addio-al-padre-della-limba-morto-il-professor-pittau-1.37944745 (visitato il 12/08/2020)
  • http://www.pittau.it/ (visitato il 12/08/2020)
  • https://www.luigiladu.it/poesias/Elenco_poeti/lobina_benvenuto.htm (visitato l’11/08/2020).
  • https://www.lacanas.it/novas/2014/benvenuto-lobina-poeta-epico-lirico-dellidentita-sarda/ (visitato l’11/08/2020).
  • http://www.sardegnacultura.it/j/v/258?s=21961&v=2&c=2684&t=7 (visitato il 20/10/2020)
  • https://www.lanuovasardegna.it/sassari/cronaca/2020/07/30/news/ozieri-riabbraccia-il-teatro-al-via-la-rassegna-estiva-1.39143190 (visitato il 25/10/2020)

 

Note

1 Putzu, Ignazio, Il repertorio linguistico sardo tra tardo-antico e alto medio evo. Un breve status quaestionis, in Martorelli R. (a cura di), Itinerando. Senza confini dalla preistoria ad oggi. Studi in ricordo di Roberto Coroneo, 3 voll. Perugia: Morlacchi, vol. 1, pp. 497-518. 

2 Atzeni, Emilio, Vocabolàrio domèstico Sardo-Italiano e Prontuàrio Italiano-Sardo. La Casa, le Masserìzie ecc. Cagliari: Tipografia e Legatoria Industriale, 1912. Pagg. V e VI. 

3 Abruzzese, Antonio, Voci e modi errati dell’uso sardo per le scuole Medie della Sardegna. Milano: Remo Sandron Editore, 1911. Pagg. 123-124 

4 Blasco Ferrer, Eduardo; Ingrassia, Giorgia, Storia della lingua sarda. Cagliari: CUEC, 2009. Pagg. 156-157 

5 https://www.ilsardingtonpost.it/2017/03/10/in-sardu-sa-lingua-sarda-ferta-de-su-proibitzionismu-linguisticu/ (visitato il 27/07/2020). 

6 Pira, Michelangelo, La rivolta dell’oggetto. Antropologia della Sardegna. Milano: Giuffrè, 1978. 

7 AA.VV., Arrègulas po ortografia, op. cit. pagg. 36-38 

8 cfr. Coseriu, Eugenio, Sardica ut in oppidis, in Italic and Romance. Linguistic studies in Honor of Ernst Pulgram, Amsterdam: Herbert Izzo, 1980, pagg. 317-326. 

9 Araolla Girolamo, Rimas diversas spirituales, pref. di Maurizio Virdis, Cagliari: CUEC, 2006, pag. XIX. 

10 Garipa, Gian Matteo, Legendariu de Santas Virgines, et Martires de Iesu Christu, Roma: Lodovicu Grignanu, 1627. Ristampa anastatica. Prologu, Assu deuotu Letore. 

11 Porru, Vincenzo Raimondo, Saggio di grammatica sul dialetto sardo meridionale, Cagliari: Reale stamperia, 1811. L’autore a chi legge. 

12 Deledda, Grazia, Lettera del 9 gennaio 1892, spedita da Nuoro a Stanis Manca (in Di Pilla, Francesco, a.c. di, Grazia Deledda. Lettere inedite, Milano: Fabbri, 1966. Pagg. 246-247) 

13 Alziator, Francesco, Storia della letteratura di Sardegna. Cagliari: Edizioni della Zattera, 1954, pag. 472 

14 Casula, Francesco, Letteratura e civiltà della Sardegna, vol. I. Dolianova: Ed. Grafica del Parteolla, 2011, pag. 250 

15 Alziator, Francesco, op. cit., pag. 473 

16 Masala, Francesco, Storia del teatro sardo. Quartu S. Elena: Alfa editrice, 1990, pag. 134. 

17 Spano, Salvator Angelo, Contus de bidda mia, presentazione di Francesco Masala. Villacidro: Edizioni Cartabianca, 1995, pag. 8. 

18 https://www.lanuovasardegna.it/sassari/cronaca/2020/07/30/news/ozieri-riabbraccia-il-teatro-al-via-la-rassegna-estiva-1.39143190 (visitato il 25/10/2020) 

19 Spano, Salvator Angelo, Totu su sardu, discorso tenuto in occasione del Convegno “Musica e storia, il percorso di un popolo”. Guspini: Teatro Murgia, 17.01.2003. Si tratta probabilmente dell’ultimo intervento pubblico in materia di Lingua sarda prima della sua morte, avvenuta il 30.01.2004. 

Come desideri visualizzare il sito web ?