Mario Puddu

Mario Puddu

(Illorai, 1944)

È

nato ad Illorai tra la catena del Marghine e quella del Goceano. È laureato in Pedagogia e successivamente ha lavorato come docente a San Giovanni Suèrgiu. In qualità di docente di ruolo si rifiutò di giurare fedeltà all’Italia. Anche egli è un patriota sardo con un’idea di liberazione della Sardegna. Ha scritto un romanzo in sardo logudorese di fondamentale importanza: Alivertu. In Alivertu l’autore mostra come la scuola italiana ha abolito la lingua sarda e tenuto fuori l’identità sarda dell’istituzione scolastica. Alivertu rappresenta i sardi, ogni sardo, il sardo che nella Scuola italiana ha perso la propria identità. Anche questa risulta dunque essere una forma di alienazione della persona.
Ma Mario Puddu è famoso anche in qualità di lessicografo con una delle opere più importanti della cultura sarda: il «Dils» cioè il «Ditzionàriu de sa limba e de sa Cultura sarda» Il Dizionario è importante perché tutti i lemmi sono spiegati in sardo. Quest’opera è giunta attualmente alla seconda edizione. Ma Mario Puddu è stato anche un insegnante di ortografia e grammatica della lingua sarda nel master universitario di I livello organizzato dal Comune di Quartu Sant’Elena con la guida scientifica dell’Università di Cagliari nel 2005, formando e istruendo in sardo, per la prima volta, molti dipendenti pubblici e maestri di sardo. Qui a seguire alcune sue opere: «Pro chi lìbbera torres e sias!»; «Istoria de sa limba sarda»; «Gramàtica de sa Limba sarda».

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Un progetto con il contributo della Fondazione di Sardegna

Acquista il libro di SU SARDU LINGUA DE EUROPA